L’azienda di consulenza e revisione Deloitte, tra le Big Four a livello mondiale, ha stilato il report “Global Marketing Trends 2021″, in cui individua le tendenze di marketing, emerse dalle nuove esigenze dettate dal periodo di pandemia, che le aziende potranno sfruttare nel 2021 per implementare le loro strategie.

Nel corso dell’ultimo anno, realtà come l’e-commerce, l’online entertainment ed i servizi legati allo smart-working sono cresciute in modo esponenziale, generando nelle aziende la necessità di adattarsi a nuove abitudini che perdureranno anche post-Covid19. In particolare, le imprese si trovano di fronte alla sfida di riassettare il profilo delle loro buyer personas, divenute ancora più digital, fluide e connesse.

 

7 nuovi Global Marketing Trends 2021.

Il marketer digitale si trova dunque, alla luce dei risultati della ricerca condotta da Deloitte, di fronte a 7 nuovi marketing trends:

1. Agility.

Comunicazione sempre più real time, conversazioni ed esperienze di navigazione personalizzate per predisporre interventi “su misura” in ottica inbound, anche attraverso tool come chatbot.

2. Fusion.

Nuove partnership commerciali per soddisfare le crescenti esigenze del cliente online;

3. Trust.

Comunicazione chiara e lineare per rispondere alla difficile sfida di fidelizzare attraverso il solo contatto digital;

4. Purpose.

L’incertezza dei mercati spinge le aziende a delineare in modo sempre più netto e preciso le proprie mission e vision;

5. Human Experience.

Il difficile periodo storico porta il cliente a ricercare sempre maggiore empatia da parte delle aziende, l’offerta di prodotti e servizi non è più sufficiente se non abbinata ad un forte sistema valoriale;

6. Partecipation.

Il cliente diventa utente e vuole partecipare alla narrazione del brand (conversation, recensioni, user generated content, contest social…);

7. Talent.

Necessità di investire in risorse specializzate in digital strategies e di implementare il talent management interno.

Tutti i punti individuati da Deloitte possono essere ricondotti ad un macro-trend ormai consolidato, al contempo causa ed effetto delle sette tendenze sopracitate: il marketing omnichannel.

%

delle aziende esistenti utilizza quattro diversi canali per comunicare con i suoi clienti, mantenere aggiornati i suoi prospects e coltivare i suoi leads

per gestire la complessità dei rapporti con tutte queste figure e fornire loro informazioni coerenti e coordinate attraverso i diversi canali, è necessario che questi ultimi comunichino tra loro.
Ma gestire diverse piattaforme in contemporanea è spesso un’attività complessa che può demoralizzare e rubare tempo prezioso alle attività di progettazione strategica.

Inizia a valutare l'esperienza digitale del tuo brand con lo strumento interattivo di audit e revisione.

SCARICA L'AUDIT WORKBOOK

Gestione efficiente e coordinata con HubSpot.

Per la gestione efficiente, coordinata ed integrata di tutti i tool di comunicazione aziendale interna ed esterna (dai social alle e-mail, dai ticket al blog del sito) esiste oggi un’unica piattaforma in grado di automatizzare i passaggi della strategia marketing, per farvi risparmiare tempo prezioso da dedicare alla pianificazione: HubSpot è il software di Marketing Automation numero #1 al mondo, e Brandsider, come prima agenzia di Cuneo, si affida ai suoi servizi per garantire ai propri clienti il massimo rendimento, in termini di efficacia, degli sforzi di marketing.

Alla luce dei trend evidenziati da Deloitte, anche nel 2021 sfruttare l’inbound marketing si rivela la metodologia di business più proficua per attrarre e coinvolgere i leads durante tutto il loro digital customer journey ed ottenere maggiori conversioni. Approfondisci qui per capire come lavora HubSpot, e raccontaci se le tue esigenze si focalizzano lato marketing, sales o service: HubSpot, di cui Brandsider è orgogliosamente GOLD Partner, ha una soluzione per ogni tua necessità strategica.

Vuoi approfondire le funzionalità della piattaforma?

RICHIEDI UNA DEMO
Share This