Seleziona una pagina

Abbiamo già affrontato il tema delle BUYER PERSONAS, ma riprendiamolo brevemente: la “buyer persona” identifica una rappresentazione fittizia dei clienti ideali di un’impresa.

Per individuare le Buyer Persona, è necessario valutare diversi aspetti: dalle informazioni demografiche a quelle professionali, dalle sfide agli obiettivi da raggiungere, dalle preferenze comunicative alle ricerche sui motori di ricerca.

  1. Chi sono i consumatori a cui è più vantaggioso rivolgersi?
  2. Quali sono i clienti che creano il minore valore aziendale?
  3. Chi è il cliente più comune e quanto si discosta dal cliente ideale?
  4. Quali sono le problematiche che il cliente ideale vorrebbe risolvere?
  5. Quali sono i nostri servizi o prodotti in grado di risolverle?

Rispondere a queste domande è utile per identificare il nostro cliente ideale, il relativo customer decision journey ed indirizzare le nostre attività di comunicazione nei differenti touch point da attivare e/o presidiare. 

 

Vuoi creare la tua Buyer Persona ma non sai da dove iniziare?

Scarica il template

É difficoltoso? Proviamo ad analizzare insieme un esempio di buyer persona già realizzata.

Vi presento: Andrea, determinato.

Andrea è il proprietario un’impresa alimentare. La creazione dell’identikit della Buyer Persona inizia con foto e nome: due elementi che aiutano a memorizzare la persona ed a renderla umana: non un “target” impersonale.  

Aggiungere una testo descrittivo del profilo è utile per sintetizzare ed avere disponibili a colpo d’occhio tutte le informazioni primarie.

Sarà poi necessario definire i dati demografici della Buyer Persona: oltre al nome, considereremo l’età, la situazione familiare e il livello d’istruzione. Il cognome, invece, richiamerà immediatamente una sua caratteristica, quella che meglio descriva questa persona.

Informazione fondamentale per creare una Buyer Persona è la posizione lavorativa. Questo aspetto definirà il mezzo di comunicazione da prediligere, i temi da trattare per intercettarlo, le sfide e gli obiettivi che lo contraddistinguono e che saranno quindi parte fondamentale della nostra offerta.

Passeremo quindi alla descrizione dell’impresa di appartenenza della Buyer Persona. Diversi settori merceologici e differenti dimensioni aziendali implicheranno differenti obiettivi e bisogni (pensiamo, ad esempio, alle risorse a disposizione della comunicazione, ai mercati potenziali da contattare, all’organizzazione interna, …).

Le sfide e gli obiettivi della Buyer Persona determinano quali temi trattare quando si comunica con loro. In questo caso, Andrea potrebbe essere interessato, ad esempio, a formare il suo team per l’utilizzo di strumenti digitali: social, campagne online, CMS.

E ora? Quali sono gli step successivi?

Una volta create le buyer persona, secondo le teorie dell’inbound marketing sarà necessario attrarre la loro attenzione, offrendo contenuti di valore nell’intero customer decision journey.

Adesso non ti resta che iniziare… prova usando il nostro template con le 20 domande utili per delineare il profilo delle buyer personas ideali per la tua azienda.

Scarica il template
Share This